Print Friendly and PDF

Conferenza di Bonn: per un'ambiziosa azione globale per il clima

05 giugno 2014 Conferenza di Bonn: per un'ambiziosa azione globale per il clima

L'Unione europea presenterà il suo contributo per promuovere una più ambiziosa azione internazionale per il clima fino al 2020, in occasione dei negoziati sui cambiamenti climatici dell'ONU che si svolgeranno dal 4 al 15 giugno a Bonn, in Germania. La conferenza sarà condotta essenzialmente da funzionari amministrativi, ma comprenderà anche discussioni a livello ministeriale il 5 e 6 giugno. 

I 10 giorni nei quali si svolgeranno i negoziati rappresentano un'opportunità per compiere ulteriori progressi verso un accordo climatico mondiale da concludere il prossimo anno per il periodo successivo al 2020, nonché verso misure per rafforzare l'azione internazionale per il clima per il periodo precedente.
La tavola rotonda a livello ministeriale del 5 giugno verterà sulle modalità per accrescere il livello di ambizione dell'azione per il clima da parte dei paesi sviluppati nell'ambito del protocollo di Kyoto durante il secondo periodo d'impegno, fissato dal protocollo per gli anni dal 2013 al 2020. Il dialogo ministeriale del 6 giugno discuterà del futuro accordo mondiale sul clima e di come aumentare il livello di ambizione dell'azione per il periodo precedente il 2020 in tutti i paesi.

Connie Hedegaard, Commissaria responsabile per l'Azione per il clima, ha dichiarato: "Anche se stiamo già prendendo in considerazione il prossimo decennio, è fondamentale intensificare le azioni anche prima del 2020. L'UE supererà ampiamente i suoi obiettivi di riduzione delle emissioni previsti dal protocollo di Kyoto per il periodo precedente il 2020. È stato possibile raggiungere questo risultato grazie a oltre un decennio di azione politica determinata da parte dell'UE e degli Stati membri. Stiamo dando un importante contributo per colmare il "divario di ambizione" tra ciò che sarebbe necessario fare a vantaggio del pianeta e ciò che i paesi intendono realizzare entro la fine del decennio in corso. L'UE adotterà la proposta contenuta nel suo contributo all'accordo internazionale sul clima per periodo successivo al 2020 entro ottobre. Chiediamo alle altre grandi economie di proporre misure concrete più ambiziose."


Scarica l'allegato