Print Friendly and PDF

Conclusioni del Consiglio dei Ministri dell'Ue per l'Energia

16 giugno 2014 Conclusioni del Consiglio dei Ministri dell'Ue per l'Energia

Il 13 giugno scorso si è tenuto il Consiglio dei Ministri Ue per l'Energia in Lussemburgo.

Tra i risultati conseguiti dal Consiglio:

- accordo sulla proposta di direttiva in tema di "Indirect Land Use Change" (ILUC);

- adozione da parte del Consiglio delle Conclusioni sui costi e i prezzi dell'energia e sulla protezione dei consumatori vulnerabili;

- discussione sulle relazioni internazionali in tema di energia.

In particolare, il Consiglio ha raggiunto un accordo politico sulla proposta di direttiva sull'Indirect Land Use Change (ILUC) che modifica la direttiva sulla qualità del combustibile (98/70/CE) e la direttiva sulle energie rinnovabili (2009/28/CE).

L'obiettivo della proposta di direttiva è quello di iniziare una transizione verso i biocarburanti, il cui utilizzo offrirebbe un sostanziale apporto in termini di riduzioni dei gas a effetto serra.

Il comunicato stampa sul raggiungimento dell'accordo è consultabile seguente link.

Il testo della proposta di direttiva del Consiglio (documento n. 10300/14) è consultabile al seguente link.

In merito alle Conclusioni adottate dal Consiglio sui costi e i prezzi dell'energia e sulla protezione dei consumatori vulnerabili, il Consiglio ha messo in luce tre aspetti:

  1. la necessità di completare il mercato interno dell'energia;
  2. assicurare la competitività delle industrie europee;
  3. combattere la "povertà energetica" e garantire il giusto sostegno ai consumatori vulnerabili.

Le conclusioni adotatte  dal Consiglio sui costi e i prezzi dell'energia sono disponbili al seguente link.

In allegato è disponbile il comunicato stampa con le Conclusioni del Consiglio dei Ministri dell'Ue per l'Energia con l'indicazione dei principali risultati raggiunti.


Scarica l'allegato