Print Friendly and PDF

DDL STABILITA' APPROVATO DEFINITIVAMENTE

23 dicembre 2014 DDL STABILITA' APPROVATO DEFINITIVAMENTE

Con 307 voti favorevoli, 116 contrari e 2 astenuti, l’Aula della Camera ha approvato ieri definitivamente il disegno di legge recante disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2015) (AC. 2679-bis-B, approvato dalla Camera e modificato dal Senato).

Il provvedimento verrà ora inviato alla Gazzetta Ufficiale per la pubblicazione.

Tra le disposizioni di possibile interesse  per il settore, si segnalano le seguenti:

Articolo 1

Comma 6: modifiche alla disciplina del Fondo per associazioni e raggruppamenti temporanei di imprese;
Commi 7 e 8: fondo di garanzia a favore delle piccole e medie imprese;
Comma 20: deduzione del costo di lavoro dall’imponibile IRAP;
Comma 26: TFR in busta paga;
Comma 35: credito imposta per attività di ricerca e sviluppo e regime opzionale;
Comma 47: ecobonus e ristrutturazione;
Comma 48: detrazione ristrutturazione edilizia;
Comma 90: compartecipazione IVA carburanti per autotrazione;
Comma 150: per l’anno 2015 è autorizzata la spesa di 250 milioni di euro a favore dell’autotrasporto;
Comma 151: risorse per favorire la competitività e la razionalizzazione del sistema dell’autotrasporto;
Comma 153: realizzazione di opere di accesso agli impianti portuali;
Comma 193: inserimento nella rete di trasmissione nazionale di energia elettrica della rete di trasmissione elettrica di proprietà delle FS;
Commi 203 – 204, 222-224, 227, 231-236, 238-240, 256, 293 – 294, 298, 362-373 e 534: acquisto veicoli trasporto stradale, trasporto pubblico locale, divieto di circolazione veicoli a motore categorie M2 e M3 Euro Zero, reti metropolitane in costruzione, esclusione dallo sconto per le accise per gli autotrasportatori dei veicoli Euro Zero, ripristino al 100% delle agevolazioni sulle accise per gli autotrasportatori, attuazione Piano edilizia sociale, semplificazione utilizzo risorse per interventi nei porti, unità da diporto, trasporto marittimo veloce Stretto di Messina, CED Motorizzazione civile, lavori tratta ferroviaria Andora – Finale Ligure, promozione patrimonio culturale e storico, trasporto merci su ferro, costituzione Fondo per realizzazione infrastrutture, canoni spettanti ad ANAS, personale corpo Capitanerie di Porto, autorizzazione di spesa Fabbrica del Duomo di Milano; copertura: riduzione stanziamenti in Tabella B, voce Ministero infrastrutture e trasporti;
Comma 242: revisione rimborso credito d’imposta rimborso parziale dell'accisa sulla benzina e sul GPL per autovetture in servizio pubblico di piazza Gasolio e GPL impiegati per riscaldamento in aree geograficamente o climaticamente svantaggiate;
Commi 244 e 245: determinazione rendita catastale immobili ad uso produttivo;
Commi 247 – 251: Definizione di vettore e di committente nel settore dell’autotrasporto;
Comma 294: taglio contratto di servizio trasporto merci su ferro;
Comma 295: disposizioni ANAS in merito alla costruzione, gestione e messa in sicurezza della rete autostradale;
Comma 362: riduzione della percentuale del canone che i concessionari versano direttamente ad ANAS S.p.A.;
Comma 384: riduzione della quantità̀ di gasolio da immettere a regime agevolato (i consumi medi standardizzati di gasolio da ammettere all'impiego agevolato sono ridotti - a decorre dal 1° gennaio 2015 – del 23% anziché del 15% per cento come previsto dalla normativa vigente);
Comma 387: ottimizzazione della gestione della tesoreria dello Stato, nonché ulteriori disposizioni sulla raccolta di Cassa depositi e prestiti Spa;
Comma 551: disposizioni urgenti di correzione a recenti norme in materia di bonifica e messa in sicurezza di siti contaminati e misure finanziarie relative ad enti territoriali;
Commi 552-554: semplificazioni realizzazione opere per trasporto, stoccaggio, trasferimento idrocarburi in raffineria, opere accessorie, terminali costieri, infrastrutture portuali, coinvolgimento delle regioni su attività di prospezione, ricerca e coltivazione idrocarburi;
Comma 609: razionalizzazione delle società partecipate locali;
Commi 618-620: sdemanializzazione ed uso delle aree appartenenti al demanio marittimo nei pressi del Porto Vecchio di Trieste;
Comma 629: estensione del reverse charge ai trasferimenti delle quote di emissione di gas a effetto serra; al regime dell’inversione contabile sono inoltre assoggettati i trasferimenti di altre unità che possono essere utilizzate dai gestori per conformarsi alla direttiva 2003/87/CE e di certificati relativi al gas e all'energia elettrica; split payment pubblica amministrazione;
Comma 632: svincola l’efficacia dello split payment dall’autorizzazione comunitaria; clausola di salvaguardia aumento accise sui carburanti per un gettito di 1.716 milioni per il 2015;
Comma 698: sostituzione clausola di salvaguardia prevista dal DL 66/2014 che prevedeva aumento dell’accisa;
Comma 711: innalzamento aliquota IVA pellet;
Comma 718: clausola di salvaguardia – aumento IVA e aumento accise sui carburanti per un gettito di 700 milioni dal 2018.

Il testo completo del provvedimento è consultabile al seguente link.