Print Friendly and PDF

Prima pagella dei Trasporti Ue

08 aprile 2014 Prima pagella dei Trasporti Ue

 

Giovedì, 8 aprile la Commissione europea ha pubblicato per la prima volta un quadro di valutazione dei trasporti dell'Unione europea, mettendo a confronto i risultati degli Stati membri in 22 categorie relative ai trasporti e per la maggior parte di esse mette in evidenza i cinque attori migliori e peggiori. I Paesi Bassi e la Germania risultano essere i migliori, con punteggi elevati in 11 categorie, seguiti da Svezia, Regno Unito e Danimarca.Obiettivo di questa prima valutazione dei trasporti dell'UE è fornire una panoramica dell'eterogeneità dei risultati degli Stati membri in materia di trasporti in tutta Europa e aiutarli a identificare le lacune e a definire le priorità degli investimenti e delle politiche. Il quadro di valutazione riunisce dati provenienti da diverse fonti (come Eurostat, l'Agenzia europea dell'ambiente, la Banca mondiale e l'OCSE). La Commissione intende perfezionare gli indicatori negli anni a venire, di concerto con gli Stati membri, il settore dei trasporti e gli altri portatori d'interessi, e seguire i progressi degli Stati membri nel tempo.

Il quadro di valutazione può essere consultato in base al modo di trasporto (stradale, ferroviario, aereo e per vie navigabili) o in base a una delle seguenti categorie:
o mercato unico (accesso al mercato, regolamentazione);
o infrastruttura;
o impatto ambientale;
o sicurezza;
o recepimento della legislazione dell'UE;
o violazione della legislazione dell'UE;
o innovazione e ricerca;
o logistica.


L'Italia è tra i Paesi con la percentuale più alta di linee ferroviarie elettrificate. Essa ha il più basso tasso di recepimento delle direttive comunitarie di trasporto e un certo numero di procedure di infrazione in corso.


Il quadro di valutazione realizzato dalla DG Mobilità e Trasporti della Commissione europea è consultabile al seguente link